Notizie

Centri commerciali: un futuro da riscrivere

centri-commerciali-department-store-futuro-retail-altavia
Per i grandi mall sembra arrivato il momento di reinventarsi, con scelte che influenzeranno il destino di questi storici formati

 

Mai come ora risulta fondamentale per i centri commerciali mettere in campo nuove strategie di marketing per competere con le realtà concorrenti, fisiche ma soprattutto online.

Lo scenario non è proprio roseo: nel giro di qualche anno nel Regno Unito i department store sono crollati dell’83%, mentre si prevede che un quarto di quelli americani chiuderà entro i prossimi cinque anni. Dati poco rassicuranti, ma che in molti stanno tenendo a mente per rilanciarsi sul mercato. 

Saks Fifth Avenue, per esempio, sta convertendo alcune sezioni dei suoi negozi rimasti chiusi a causa della pandemia in aree di co-working, grazie a una nuova partnership con WeWork, chiamata SaksWorks. Printemps, invece, propone una nuova label sostenibile, oltre a ospitare in vetrina fino a fine ottobre le sculture di Atelier Laps, una coppia di artisti francesi che lavora con materie prime. Entrambi chiari esempi di un ritorno dell’attenzione sullo Sroi, sigla di Social Return On Investment. 

C’è anche chi nasce online e poi si lancia nel fisico. Amazon, che sta lavorando all’apertura di alcuni department store, con l’obiettivo di rafforzare le sue quote di mercato in settori come l’abbigliamento, gli articoli per la casa e l’elettronica. E gli scenari possibili su come verranno utilizzati questi spazi secondo Forbes sarebbero tre.

Varie le soluzioni dunque, ma anche le riconversioni in attività completamente diverse. I nove piani di Barneys, il grande magazzino di Manhattan chiuso lo scorso inverno, sono stati trasformati in Art Space, una sede flessibile che ospiterà mostre temporanee per gallerie d’arte. Nel frattempo nel Regno Unito è partito il Wolfson Economics Prize 2021, con cui ci si interroga su come migliorare il sistema ospedaliero inglese. Tra le proposte del concorso, troviamo anche l’ipotesi di riconvertire i grande centri commerciali rimasti vuoti in ambulatori e centri clinici

 Sebbene i nuovi flussi di persone all’interno delle strutture possano aiutare i vecchi mall a sopravvivere, alcuni credono che la vera soluzione sia non abbandonare il segmento della vendita al dettaglio. Staremo a vedere quali saranno le prossime mosse dei grandi player.