Notizie

Grandi magazzini: notizie dal mondo

printemps-grandi-magazzini-department-store-retail-altavia.jpeg
Printemps dedica il suo top floor alla sostenibilità, Selfridges lancia l’offerta a noleggio, arrivano nuovi magazzini negli ex depositi ferroviari di Milano

 

Un settore particolarmente segnato dalla pandemia, ma anche nel pieno della sua trasformazione. Parliamo del business dei department store, formati che stanno cercando di reinventarsi per andare incontro alle nuove esigenze dei consumatori e concorrere con i negozi digitali. Vediamo le ultime novità dal mondo. 

Dopo cinquant’anni di chiusura al pubblico, Printemps riapre le porte del suo top floor. Il grande magazzino parigino ha appena inaugurato il “Settimo Cielo”, l’ultimo rinnovato piano dell’edificio che ospiterà progetti di moda sostenibili e legati all’economia circolare. Nello spazio situato sotto la cupola Binet trovano posto i servizi di riparazione, vari brand legati all’universo dell’upcycling, oltre a nove startup che si avvicenderanno ogni circa tre mesi. Non mancherà un servizio diretto di acquisti second hand. I visitatori potranno presentare i capi usati e, se selezionati dal personale, potranno scambiarli con un voucher del valore corrispondente, utilizzabile nelle sedi Printemps.

La Gen Z, trainata dagli ideali di Greta Thunberg, chiede sempre più indumenti da possedere a tempo, rappresentando così il target più predisposto a questo servizio. Secondo Allied Market Research, entro il 2023 il business della moda a noleggio raggiungerà un valore di quasi due miliardi di dollari. Facile intuire l’aumento degli investimenti in questa direzione, come quelli di Selfridges, che recentemente ha lanciato la sua prima offerta di abiti da affittare. 

Novità anche dall’Italia. Gli ex depositi ferroviari di Milano in via Sammartini verranno presto rigenerati, all’insegna dell’architettura e del design. Il progetto prevede il recupero architettonico della struttura, attraverso un intervento di risanamento conservativo. A completamento dell’offerta dei nuovi magazzini, Grandi Stazioni Retail, che realizzerà e gestirà i servizi, prevede l’insediamento di servizi di interesse pubblico come una biblioteca, spazi didattico espositivi e laboratori, oltre che spazi di coworking, ristorazione, funzioni terziarie e commerciali.