Social News

Linkedin testa gli eventi a pagamento

linkedin-eventi-pagamento-social-altavia.jpeg
Linkedin testa gli eventi a pagamento, Twitch apre con Warner dei canali musicali, tre tendenze tecnologiche da tenere a mente

Linkedin testa gli eventi a pagamento 

In questo periodo LinkedIn sta eseguendo un test sugli eventi, in particolare sugli eventi a pagamento. Un’azione che fa parte del più ampio piano di revisione che l’azienda sta cercando di apportare ai servizi video e audio (recentemente, per esempio, sono state eliminate le Stories dalla piattaforma). “Nel mondo in evoluzione del lavoro e nella transizione verso una forza lavoro quasi completamente remota, LinkedIn Events ha registrato un’impennata della crescita, con 21 milioni di persone che hanno partecipato a un evento su LinkedIn nel 2020”, ha affermato Nicole Leverich, portavoce di LinkedIn. 

Su Twitch arrivano dei canali musicali firmati Warner

L’etichetta musicale Warner e Twitch hanno annunciato una collaborazione che le vedrà lanciare insieme vari canali di artisti e creare uno spazio musicale autonomo, con contenuti premium e una programmazione incentrata sulla musica. L’accordo, che segna la prima partnership di Twitch con un’importante casa discografica, ha due pro. Da un lato offre agli utenti nuovi modi di interagire con i contenuti artistici direttamente in app, dall’altro garantisce agli artisti una connessione più diretta con i fan.

Cosa guarda la Gen Z su Youtube 

L’ultima ricerca Think with Google riguarda le ultime tendenze internazionali su YouTube. Su questa piattaforma i video che trattano temi riguardanti le estetiche, quali cottagecore, Y2K, dark academia e royaltycore hanno ottenuto oltre un miliardo di visualizzazioni dal 2015 ad oggi. Insieme, hanno scoperto che ogni estetica ha il suo stile di musica, moda, design, un’identità di base e dei creatori di video che condividono playlist e guide illustrative per ciascuna di esse. Nel 2020, per esempio, i video con la parola “cottagecore” nel titolo hanno raggiunto i cinquanta milioni di visualizzazioni e da allora la sua popolarità ha continuato a crescere. Un filone, quello delle estetiche, che i marketer dovrebbero tenere assolutamente d’occhio.