Notizie

Lo store del futuro: c’è chi chiude e chi si trasforma

Tra chiusure e andamenti poco positivi, si delinea il nuovo ruolo del negozio nel sistema del retail

Il 2020 è stato un anno “miccia” per il ripensamento di moltissimi settori, ma il 2021 consoliderà quanto iniziato. Le evidenze, i nuovi bisogni e le considerazioni fatte durante lo scorso anno, rappresentano gli elementi con cui tracciare direzioni più precise quest’anno. Una di queste: che ruolo avrà lo store in futuro. 

Alcuni avvenimenti lasciano intravedere il nuovo orizzonte del settore. Molti negozi fisici chiudono, a partire da Topshop, noto retailer londinese di fast fashion, che abbassa le serrande dell’iconico flagship store in Oxford Street. Una scelta difficile da prendere, ma che non interrompe lo sviluppo digitale del brand, che continua a vendere online. Una sorte simile per Inditex, che procede alla chiusura degli store fisici di Bershka, Pull&Bear e Stradivarius in Cina ed è pronta a scommettere solo sulla loro presenza e-commerce. Il digitale appare come il canale favorito su cui spostare una buona parte del proprio business, ma c’è anche chi di e-commerce non ne vuole sapere anche in tempi di crisi. Come Primark, che inizia l’anno chiudendo temporaneamente 253 negozi, ma non ricorre all’online.   

Gli store che invece restano aperti, non saranno gli stessi negozi del passato. Cambieranno forma, e c’è chi già ha cominciato a ipotizzarne le linee. Forbes ha recentemente pubblicato le dieci considerazioni per ripensare i centri commerciali: tra le suggestioni, l’efficienza dell’ultimo miglio, gli orti comunitari, i mercati di second-hand al dettaglio. La divisione belga della Galeria Inno, catena di grandi magazzini, ha dichiarato invece di voler rinnovare entro tre anni tutte le sedici filiali. Oltre al design più familiare e agli interni più stimolanti, quello che riconferma il trend generale è lo sviluppo di una strategia digitale, che permetterà, tra le altre cose, di farsi consegnare gli articoli ordinati in negozio direttamente a casa.