Notizie

Phygital shopping: da Valentino a Burberry, passando per Feltrinelli

burberry-phygytal-realta-aumentata-altavia

Dalla moda all’editoria si vive una shopping experience sempre più phygital 

 

Le limitazioni imposte dalla pandemia hanno portato i retailer a immaginare nuove dinamiche d’acquisto: più fluide, e dunque phygital. Un’esperienza che avvicinasse i vari touchpoint, fisici e digitali, e ne esaltasse l’aspetto più umano. Il tutto, avanzando dal punto di vista tecnologico.

Valentino, in collaborazione con Snapchat, ha lanciato una lente in realtà aumentata che permette agli utenti della piattaforma di provare virtualmente le nuove sneakers Valentino Garavani one stud comodamente da casa, per poi scegliere di reperirle online o in store. 

Nella stessa direzione è andato anche Burberry che, per la presentazione della nuova Olympia bag, ha dato vita a un progetto virtuale da Harrods. Negli spazi World of Olympia, che richiamano l’architettura dell’antica Grecia, è infatti possibile fruire di un’esperienza di realtà aumentata che anima le statue dell’allestimento

Anche Feltrinelli spinge sull’innovazione con il concept store di Piazza Piemonte a Milano, che punta su una strategia phygital cliente-centrica e su un approccio data driven. La relazione con la casa editrice nasce dunque online, attraverso il sito ecommerce e i social, per poi proseguire sui canali di instant messaging e in store. Il punto vendita è stato infatti dotato di tecnologia Scan&Go: la scansione di un QR Code all’ingresso della libreria abilita nuove esperienze, come la possibilità di acquistare con il proprio smartphone.