Notizie

Salumi: più di prima, meglio di prima

Prospera in casa e all’estero il comparto dei salumi, con crescite a doppia cifra sull’ecommerce e nei discount, ma il consumatore vuole la qualità

 

Con un giro d’affari che sviluppa oltre 5,4 miliardi di euro nei canali iper, super e libero servizio, il mercato dei salumi si conferma uno dei più importanti nel mondo del fresco, crescendo soprattutto nel peso variabile con +2,7% a valore e +1,6%  a volume. Il “ritorno alla normalità” ha superato le aspettative: le esportazioni dei salumi italiani infatti hanno abbondantemente superato i livelli pre-pandemia, registrando un +7,9% in quantità e un +15,6% a valore rispetto al 2019. Il saldo commerciale del settore ha registrato un +15,7% rispetto al 2020, salendo a 1,623 milioni di euro. Per quanto riguarda il contributo dei canali alla crescita, i dati forniti da Paolo Lasalvia di IRI mostrano che il canale supermercati resta ancora il più importante con il 59,7% del giro d’affari, mentre il discount dà segnali importanti toccando il 18%. Vale invece l’1% l’online che cresce però del 21,4% contribuendo con 11,2 milioni in termini assoluti.

Se l’industria salumiera è dunque un’eccellenza apprezzata e riconosciuta in tutto il mondo, oggi deve comunque confrontarsi con la richiesta di controlli di alto livello sulla produzione, garantendo la tracciabilità delle materie prime, la sicurezza alimentare, la qualità e la tipicità dei processi di lavorazione. Non si tratta più di concetti tecnici, riservati agli addetti ai lavori, in quanto riscontrano sempre di più l’attenzione e la sensibilità del consumatore comune, che legge l’etichetta e scrive recensioni. Così la nascita del gruppo Granterre spiega un ensemble di grandi marchi (dall’unione di Bonterre e Grandi Salumifici Italiani), si presenta come “casa delle DOP e IGP” e punta a un ruolo primario a livello mondiale, come dichiarato dal CEO Giuliano Carletti. Ma innovazione significa anche solidarietà, come insegna l’emiliana CLAI, presente a Marca pochi giorni fa, che è riuscita insieme a Banco Alimentare a distribuire duecentomila pasti alle persone in difficoltà nel periodo natalizio. Premio della critica alla mantovana Levoni che in occasione della presentazione della Guida salumi 2023 del Gambero Rosso è stata proclamata migliore industria italiana dei salumi dell’anno.