Retail News

A Bologna arriva il primo Decathlon City

Decathlon-City-retail-altavia.jpeg
A Bologna arriva il primo Decathlon City, Prénatal Retail Group investe sullo sviluppo sostenibile, Amazon porta gli eshop di lusso in Europa

 

A Bologna arriva il primo Decathlon City

Il retailer svedese punta sulla prossimità e lo fa partendo da Bologna, con il primo Decathlon City in Italia. Si tratta di un nuovo concetto di negozio dalle dimensioni ridotte, pensato per rispondere alle esigenze di quartiere. Al centro dell’offerta ci sono prodotti per il benessere della persona e la mobilità urbana, oltre a diversi servizi, tra cui manutenzione, riparazione e noleggio di biciclette e monopattini. Per tutto il mese che segue l’inaugurazione, verranno poi organizzate diverse attività, in partnership con società e associazioni sportive locali: dai percorsi naturalistici nell’Appennino Tosco-Emiliano allo yoga, dalla scoperta di Bologna in bicicletta al pilates. 


Prénatal Retail Group investe in nuove aperture e format innovativi

Il distributore leader nel settore dell’infanzia accelera il suo piano di sviluppo all’insegna dell’innovazione e del design sostenibile. Previste infatti quattro nuove inaugurazioni nel mese di settembre, oltre ai remodelling dei punti vendita di Roma e Milano. Tra le recenti aperture troviamo quelle di Grugliasco e Vinovo, entrambe nel piemontese. Tra le principali novità: allestimenti più eco-friendly, un chiosco digitale con cui ordinare gli articoli non presenti in negozio, e il servizio di smartshop, ossia la possibilità di acquistare da casa tramite videochiamata. 


Amazon porta gli eshop di lusso in Europa

Il frenetico mercato del lusso online è destinato a movimentarsi, poiché l’azienda americana sta pianificando di portare i suoi Luxury Stores digitali in Europa. Attualmente, infatti, la piattaforma è disponibile solo per i clienti statunitensi, oltre che su invito. È stato il fashion magazine WWD a intercettare la notizia, anche se non c’è ancora una conferma ufficiale da parte di Amazon e dei brand coinvolti. In questo modo il big player dell’e-commerce prova a mettere piede in un’area di mercato che potrebbe rivelarsi estremamente redditizia.