Gdo News

“Annusatelo”, l’iniziativa antispreco del supermercato britannico Morrisons

morrisons-annusatelo-latte-antispreco-gdo-supermercato-altavia.jpeg
Morrisons lancia un’iniziativa antispreco sul latte, Spinneys apre a Dubai il suo primo concept store sostenibile, Tesco rafforza la logistica a bordo dei treni

 

“Annusatelo”, l’iniziativa antispreco del supermercato britannico Morrisons

D’ora in poi, per capire se il latte è ancora bevibile, basterà annusarlo. Il consiglio arriva dalla catena di supermercati britannici Morrisons, che punta a diminuire gli sprechi alimentari con nuove etichette alimentari. Verrà eliminata dalle confezioni la dicitura “consumare entro”, in favore di un più generico “consumare preferibilmente entro”. Grazie a questa nuova strategia, l’insegna ha stimato un risparmio di oltre 7 milioni di pinte all’anno. La mossa punta inoltre a “rieducare la clientela”. «Oggi facciamo un passo coraggioso e chiediamo ai clienti di decidere se il loro latte è ancora buono da bere. Generazioni prima di noi hanno sempre usato il test dell’olfatto e credo che possiamo farlo anche noi» ha dichiarato Goode, responsabile manager di settore Morrisons.

 

Spinneys apre a Dubai il primo supermercato amico delle api e dei prodotti sfusi 

La catena di supermercati presente negli Emirati Arabi Uniti dal 1961 inaugura a Dubai il suo primo concept store sostenibile dove ortofrutta di origine locale, contenitori riutilizzabili e oltre seicento pannelli solari sul tetto plasmano la nuova strategia del Gruppo. L’attenzione all’ambiente passa anche dalle api: sul tetto del punto vendita, infatti, l’insegna ha fatto installare diverse arnie per api, per supportare concretamente l’impollinazione della flora locale. Inoltre, se i clienti portano da casa i propri contenitori da riempirli con prodotti sfusi ricevono uno sconto al banco gastronomia. E a proposito di contenitori: all’interno del punto vendita è possibile riempire bottiglie e borracce gratuitamente con l’acqua filtrata dei distributori messi a disposizione. Presto il piano d’azione verrà esteso alla sessantina di store sparsi nel resto del Paese. 

 

Tesco rafforza la logistica a bordo dei treni

L’insegna britannica con oltre tremila punti vendita nel Regno Unito, ha puntato, per le recenti consegne natalizie, sul trasporto ferroviario. L’azienda ha lanciato un nuovo servizio di trasporto refrigerato su rotaia, con l’obiettivo di rendere più efficienti le consegne e al contempo ridurre le emissioni di anidride carbonica. La partnership siglata con Direct Rail Services prevede due viaggi al giorno per tutta la settimana e rafforza la già esistente logistica via treno dell’insegna. Grazie a questa operazione, infatti, Tesco ha l’ambizione di raggiungere il numero di novantamila container su rotaia all’anno, aumentando nettamente la quota attuale di oltre sessantamila unità. Anche in Italia alcune grandi società del settore alimentare hanno scelto di compiere un passo verso questa modalità di trasporto. Tra queste troviamo Barilla, che grazie alla collaborazione con Gts utilizza le linee ferroviarie che collegano gli interporti di Parma e Piacenza con Bari e Marcianise. Un’operazione win-win, che contribuisce al decongestionamento delle vie terrestri aumentando il livello di sicurezza del trasporto e l’efficienza organizzativa.