Social News

Google mostra agli utenti il tempo passato in call

Google lancia Time Insight, Twitter testa Communities, App Annie pubblica una panoramica sui social trend dell’ultimo decennio

 

Google mostra agli utenti il tempo passato in call

Google vuole aiutare i suoi utenti a pianificare meglio il tempo speso in riunione, basandosi sui dati di Calendar. Il tool in questione si chiama Time Insight: può essere utilizzato sia da chi amministra un calendario, che dall’utente ed è disponibile per un solo computer. Questa nuova funzione mostra la ripartizione del tempo in base al proprio orario di lavoro e al tipo di riunioni pianificate. Evidenzia i giorni e gli slot in cui siamo più impegnati, nonché le frequenze dei meeting e con chi trascorriamo la maggior parte delle call. Il rilascio sarà graduale: a partire dal 30 agosto per gli amministratori e dal 6 o dal 20 settembre per gli utenti, a seconda del tipo di dominio.

Twitter testa Communities, per connettere chi ha le stesse passioni 

Il social sta testando una nuova funzionalità chiamata Communities, che consentirà agli utenti di parlare di argomenti specifici con chi condivide lo stesso interesse. Unendosi ad una community si indirizzano i propri tweet solo a chi è presente in questo spazio. La possibilità di rispondere sarà dunque riservata solo a chi fa parte dello stesso gruppo. La nuova funzionalità somiglia molto a quella di Facebook, ai server Discord e ai subreddit di Reddit, con una differenza: questi tweet saranno visibili a tutto il pubblico. Ciò significa che gli utenti al di fuori delle community potranno leggere, citare e segnalare i contenuti presenti nelle Communities. 

Social media trends: una panoramica degli ultimi dieci anni 

Il rapporto “Evoluzione delle app social” di App Annie esamina come si sono evolute le tendenze di utilizzo dei social media nell’ultimo decennio: l’aumento del live streaming, la crescente attenzione al social commerce, e il boom di TikTok sono alcune delle maggiori evidenze. Un dato interessante riguarda l’aumento degli acquisti all’interno delle app social, con una spesa cumulativa già di 3,2 miliardi di dollari nel primo semestre 2021, e un aumento del 50% anno su anno. Qui l’approfondimento completo.