Retail News

Ikea sperimenta il car pooling tra i suoi dipendenti

Ikea-ride2works-car-pooling-retail-altavia.png
La nostra rassegna delle ultime notizie sul mondo del retail. Il car pooling di Ikea, il bilancio socio-ambientale di Decathlon, l’approfondimento su shop-in-shop e AR 

 

Assieme a Liftango, Ikea lancia la sua proposta di car pooling Ride2Work, partendo da sei mercati apripista: Australia, Croazia, Serbia, Romania, Canada e Italia. «Il programma per i dipendenti incoraggerà migliaia di persone a pensare a come ridurre il proprio impatto ambientale e ad avere interazioni positive con i colleghi durante il tragitto casa-lavoro», ha detto Daniela Pichler, responsabile Meet and travel di Ikea Australia. 

Decathlon ha pubblicato il proprio bilancio sociale e ambientale relativo all’attività 2021, con focus sia a livello globale che in Italia. La particolarità del rapporto risiede nell’approccio olistico: da quest’anno il retailer svedese monitora la rendicontazione delle performance umane e ambientali nello stesso quadro degli indicatori finanziari. Per citare qualche dato, il 10,4 % del fatturato 2021 deriva da prodotti Ecodesign: quasi un raddoppio rispetto al 5,9 % del 2020. 

«In qualsiasi partnership shop-in-shop, ci sarà un certo grado di compromesso tra il marchio in arrivo e il rivenditore ospitante. L’importante è onorare gli elementi essenziali che ogni festa porta in tavola» ha affermato Bevan Bloemendaal, chief brand dello studio di design Nelson Worldwide. Una panoramica globale sulla crescente tendenza degli shop-in-shop

Secondo Forrester, la maggior parte degli statunitensi che hanno utilizzato la realtà aumentata in negozio afferma che ha influenzato la loro decisione di acquisto. Tuttavia, solo il 20% degli stessi consumatori si sente a proprio agio nell’utilizzare questa funzionalità. Una maggiore adozione degli ambienti virtuali sembrerebbe ostacolata dal costo delle cuffie e dalla mancanza di percepito bisogno di esse, nonostante l’impatto positivo sulle decisioni di acquisto.