Notizie

Mercato Centrale Milano: quattro cose da sapere

mercato-centrale-milano-food-altavia
Dopo Firenze, Roma e Torino, il Mercato Centrale approda anche a Milano, per restituire alla città uno spazio totalmente rigenerato nei pressi della Stazione Centrale. Si tratta di una food hall di oltre 4500 metri quadrati, che ospita le specialità enogastronomiche di ventinove produttori artigianali. Vediamo insieme quali sono le particolarità di questo nuovo spazio. 

 

Due app al servizio del cliente 

Mercato Centrale arriva anche a casa grazie a cosaporto.it, la startup italiana di delivery che permette di ordinare i prodotti delle botteghe e riceverli a domicilio. Se invece si vuole saltare la coda in loco, viene in aiuto Zerofila, un servizio che permette di ordinare online e consumare sul posto senza attesa o di portare a casa ciò che si è acquistato. 


Un mulino a vista che macina farine antiche 

La gamma dei prodotti proposti è molto vasta. Si va dal banco del pesce fresco, alla carne (sia toscana che americana, con il barbecue di Joe Bastianich) passando per la pasticceria. Ciò che però salta subito all’occhio è il mulino a pietra naturale di Mattia Giardini e Alberto Iossetti, che macina davanti agli avventori i cereali integrali che riescono, così, a conservare tutte le proprietà organolettiche e nutrizionali.


Il laboratorio radiofonico 

Mercato Centrale dà spazio anche alla musica, con la radio di Alessio Bertallot: DJ, conduttore radiofonico e televisivo, musicista e giornalista. Una bottega culturale dunque: una vera e propria installazione artistico-radiofonica, in cui a dischi strumentali si alternano delle vere e proprie “cartoline sonore” della città, oltre ovviamente ad artisti di grosso calibro.


Un’area dedicata all’incontro

A completare l’offerta del Mercato, un’area che si presta agli eventi. Parliamo dello Spazio Fare, il cui fitto calendario prenderà il via dalla seconda settimana di settembre. Interviste, incontri e dibattiti con artisti e musicisti, ma anche presentazioni di libri, esposizioni d’arte, laboratori per adulti e per bambini. Gli eventi saranno sempre gratuiti e aperti a tutti. In occasione del Fuorisalone, questo spazio ospiterà fino al 10 settembre “Duomo gotico pungente”: un’installazione multisensoriale che fonde il progetto art-radio di Alessio Bertallot con i mosaici fotografici di Maurizio Galimberti, proponendo una riflessione aperta sul tema del suono come forma dell’abitare.