Retail News

Otb inaugura a Shanghai il suo luxury mall più ambizioso

otb-shanghai-mall-luxury-fashion-retail-altavia.jpeg
La nostra rassegna delle ultime notizie sul mondo del retail. Il nuovo luxury mall di Otb, la frenata dei consumi, il primo Forward Store di Golden Goose 

 

Otb, Gruppo internazionale di moda e lusso, ha inaugurato in Cina il suo progetto di sviluppo retail più ambizioso. Nel nuovo luxury mall Jc Plaza di Shanghai, hanno aperto le porte i flagship store di Amiri, Jil Sander, Maison Margiela e Marni. «Il progetto Jc Plaza – afferma il Presidente Renzo Rosso – è il segno tangibile dei nostri piani di crescita e di sviluppo in Cina, un Paese che rappresenterà a breve il 50% dei consumi di moda e lusso globali. Sono molto orgoglioso di aver inaugurato il nostro più grande progetto retail proprio a Shanghai, sicuramente la città più interessante al mondo per il suo fermento artistico e culturale»

L’inflazione colpisce ancora. Dopo una incoraggiante ripresa registrata a maggio, è arrivata la frenata. Nel primo weekend dei saldi estivi, il 43% dei fashion retailer ha dichiarato un calo del 20% delle vendite sullo stesso periodo 2021. Trend inverso e positivo invece per il retail che comprende casa, food, salute e benessere. Nella metà di questi casi, il comparto ha registrato un aumento tra il 10 e il 20%. Questi i dati principali dell’indagine sull’andamento dei saldi stagionali condotta dal Centro studi retail Confimprese

Una calzoleria, una sartoria, un’area dedicata alle riparazioni e al tailor made. Golden Goose svela a Milano il suo primo Forward Store. Il negozio, nato per allungare il ciclo di vita dei prodotti, ha debuttato nello storico negozio del brand di Via Cusani e presto approderà a New York e Dubai. Tra le caratteristiche innovative del punto vendita, c’è il servizio Repair. Chiunque può portare capi di qualunque brand ed usufruire dei servizi di lavaggio, sanificazione, riparazione, sostituzione, restauro e conservazione. 

L’approfondimento del Sole24Ore sul futuro (imminente) del travel retail. Secondo il Pi Insight impact of increasing travel cost mini-poll, il 74% degli intervistati ha modificato le proprie abitudini, con un terzo che prevede spenderà meno di prima, il 44% che si concentrerà sulle promozioni e il 27% che comprerà meno prodotti. I brand, come sempre più spesso accade, dovranno puntare su una shopping experience originale, integrando sempre di più le dimensioni on e offline.